Ita/Eng/Gre/Fra/Deu
Questo sito utilizza i cookie anche di terze parti clicca su +Info per saperne di piĆ¹ o negare il consenso
oppure su OK per continuare la navigazione
MONGIANA e SERRA SAN BRUNO
MONGIANA e SERRA SAN BRUNO
  • Visita a Mongiana
Partenza al mattino alla volta di Mongiana. È situata nel centro delle Serre Calabre, tra il mar Ionio e il mar Tirreno, in un'oasi di verdi e lussureggianti boschi di conifere e latifoglie. Visitare Mongiana significa fare un viaggio nel tempo di una Calabria fiorente. L’attività siderurgica occupò numerosi operai e artigiani. L'attività delle ferriere, acquistò negli anni maggior prestigio, tanto che, a Mongiana, vennero forgiati i pezzi in ferro per la realizzazione dei primi ponti sospesi d'Italia e delle rotaie per la prima ferrovia italiana la "Napoli-Portici", nonché il particolare fucile in dotazione all'esercito borbonico, denominato appunto modello “Mongiana". Dove prima c’era la fabbrica d’armi, progettata da Domenico Fortunato Favino e costruita nel 1852, dal 2013 ha preso il suo posto il Museo delle Reali Ferriere Borboniche, che raccoglie documenti d’archivio e racconta la storia di Mongiana attraverso un sistema multimediale di esplorazione spazio-temporale, e la raccolta di minerali, armi d’epoca e oggetti utilizzati nel territorio. È possibile anche visitare i resti delle fonderie e della fabbrica d’armi.


  • Visita a Serra San Bruno
Proseguimento per Serra San Bruno, sede della celebre Certosa di San Bruno e una delle mete più affascinanti della Calabria. Deve la sua origine alla venuta del monaco Bruno di Colonia, fondatore dell'Ordine dei Certosini, che dedicò la sua vita alla ricerca di Dio in silenzio e in solitudine e ricevette in dono dal Conte Ruggiero il Normanno i territori che oggi sono geograficamente individuati come altopiano delle Serre Calabre, per la costruzione del suo eremo, la Certosa di Santo Stefano del Bosco, primo monastero d'Italia e secondo in Europa dopo quello di Grenoble, in Francia. Per farsi un’idea della quotidianità dei monaci certosini si può visitare il Museo della Certosa. Nel museo, aperto dal 1994, sono stati ricostruiti fedelmente la cella dei monaci, la chiesa, e gli ambienti della quotidianità certosina. Sono presenti anche molti pannelli che raccontano la storia e il viaggio di San Bruno da Grenoble fino in Calabria. Si prosegue quindi verso la vicina Santa Maria del Bosco, un luogo molto caratteristico, immerso nei boschi lussureggianti, dove ammirare il Laghetto dei Miracoli con la statua di San Bruno. E’ proprio qui che venne fondata la prima Certosa e dove San Bruno visse i suoi ultimi dieci anni e morì.


QUOTA INDIVIDUALE ESCURSIONE € 80

La quota si riferisce ad un gruppo di almeno 15 persone e comprende:
  •  Il viaggio con minibus Gran Turismo;
  • Tutti i trasferimenti e le escursioni in bus inserite in programma;
  • Il pranzo in ristorante con bevande incluse;
  • Le visite in programma con guida turistica qualificata;
  • L’assistenza di un accompagnatore de I Viaggi di Zefiro.
La quota non comprende:
  • Gli ingressi, le mance e gli extra personali in genere;
  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce
Le prenotazioni vanno effettuate almeno 72 ore prima dell’evento scrivendo a info@festivaldautunno.com, le escursioni verranno effettuate al raggiungimento di almeno 15 persone